Consigli di lettura

Alibu

 

TITOLO: ALIBU’

AUTORE: Laura Mandolesi, mia zia

CASA EDITRICE: Bibloteka

INCIPIT: Tutto iniziò per caso. Il giorno del mio decimo compleanno mamma e papà mi regalarono un libro sulla Scozia.

RIASSUNTO: Leonardo  è un ragazzino appassionato di storie avventurose.

Al suo decimo compleanno riceve un libro che narra tutte le leggende più famose della Scozia, tra cui

il fantasma di Annie, una bambina vissuta ad Edimburgo durante la peste.

Annie, insieme a tutta la sua famiglia, fu murata viva nella sua casa, una cosa terribile ma che veniva praticata durante il periodo in cui visse Annie, per evitare che si diffondesse il contagio.

Leonardo, insieme alla sua famiglia ed altri amici, affittano un camper per andare in Scozia.

Leggendo dei giornali scozzesi, Leonardo legge che qualcosa si aggira nei sotterranei della città di Edimburgo.

Leonardo, una notte, incuriosito sempre più dalla storia di Annie e da quanto letto tramite i giornali, decide, insieme al suo amico Giordano, di andare a vedere i luoghi dove viveva Annie.

Il mistero del fantasma di Annie si chiarisce quando Leo e Giordano incontrano Alibù.

Alibù era un ragazzo povero che aveva vissuto, per molti anni, in un collegio per orfani e che veniva continuamente maltrattato dal suo patrigno.

E’ Alibù che spiegherà a Leo che i fantasmi non esistono e che, una volta passate a miglior vita, le anime dei morti vanno in cielo.

Infatti, qualche tempo dopo l’incontro avuto con Alibù, Leo legge sui giornali che nei sotterranei di Edimburgo avevano trovato un ragazzino in pessime condizioni perché maltrattato dal patrigno.

Il libro che ho letto mi è molto piaciuto perché è ricco di misteri.

 

 

 

camilla

DIARIO DI UNA SCHIAPPA                                                                                                           TITOLO: Ora basta!

L’AUTORE: Jeff Kinney

CASA EDITRICE: Il Castoro

GENNAIO

CAPODANNO

Avete presente quest’idea che a capodanno bisogna fare una lista di “buoni propositi “per cercare di diventare migliori?

Il mio problema è che non è facile pensare a modi per migliorarmi, perché sono già abbastanza una delle persone migliori che conosca.

Così quest’ anno ho fatto il proposito di aiutare gli altri a migliorarsi, ma sto scoprendo che non apprezzano questo genere di aiuto.

E così inizia il diario di una schiappa, ve lo consiglio perché vi farà molto ridere.

Racconta la storia di ragazzi adolescenti, dei loro pensieri e di quello che gli capita, come ad esempio la mamma che si presenta in classe facendo vergognare Gregory, il protagonista di questo libro, quello che gli accade è simile a quello che può accadere anche a noi, per questo lo trovo molto interessante e vicino al mio modo di essere.

Ci sono vignette colorate e fumetti da leggere che secondo me sono molto divertenti.

 

CAMILLA STERPI

 

 

alessandro

Beast Queast

Autore: Adam Blade

Casa editrice: Salani Editore

La leggenda dice che il regno di Avantia sprofonderà nel terrore per mano di un mago oscuro.

Beast Queast è una saga di piccoli libri phantasy d’avventura che racconta di un ragazzo di nome Tom che svolgeva una vita normalissima nel regno di Avantia quando ad un certo punto succedono cose strane, allora Tom prese il compito di andare dal re Hugo a chiedere aiuto.

Quando entrò nella sala del re Hugo lui ed il suo consigliere mago Aduro lo scelsero per una missione che avrebbe cambiato completamente la sua vita, in viaggio per liberare le sei bestie che proteggono il regno di Avantia da un incantesimo malvagio creato da Malvel che le rende cattive.

Insieme al suo cavallo Storm e alla sua amica Elenna con il suo lupo Silver, ma l’amico più importante che gli servirà per tutto il cammino sarà il coraggio.

Secondo me vale la pena leggerli perché sono pieni d’avventura ed enfasi ( ci sono le figure)

 Alessandro                                                                        

 

 

RECENSIONE DI VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA

viaggio al centro della terra

Titolo: Viaggio al centro della terra

Autore: Jules Verne

Casa editrice: Giunti JUNIOR

Incipit:

Di domenica, il 24 marzo 1863, mio zio, il professor Lidenbrock e suo nipote trovarono un biglietto antico scritto in una strana lingua. Parlava di un misterioso “esperimento”. Così zio e nipote partirono per l’Islanda. Ma prima di portare a termine la loro missione, i due ricercatori dovranno affrontare molte avventure…

Giudizio personale:

Il libro “Viaggio al centro della terra” è pieno di misteri e avventure. Leggerlo ti fa provare i sentimenti che provano i personaggi  della storia. Una volta cominciato a leggere non si riesce più a smettere. E’ per questo che ve lo consiglio. Questo libro parla di due ricercatori che partono per una missione al centro della terra. Riusciranno a tornare a casa sani e salvi? Per scoprirlo, non resta che leggerlo. Inoltre, questo romanzo insegna a non arrendersi di fronte alle difficoltà. Buona lettura.

 

Giorgia S.

 

 

4306-Sovra.indd

Titolo: Il piccolo principe

Autore: Antoine De Saint-Exupèry

Casa editrice: Bompiani

Incipit: quando avevo sei anni vidi un disegno di un boa che mangiò un animale. Io prendendo spunto provai a rifare un disegno su un boa che aveva ingoiato un elefante e lo feci vedere ai grandi “vi siete spaventati?” ma i grandi non avevano capito e dissero “perchè ci dovrebbe far paura un cappello?” loro vedevano solo quello. Decisi così di lasciare i disegni. Da grande diventai un pilota di aerei e un giorno ebbi un incidente nel deserto del Sahara e fù così che incontrai il piccolo principe.

Riassunto: Questa è la storia di un pilota che dopo un incidente conobbe un curioso bambino che veniva da un piccolissimo pianeta ma che gli ricordava lui quando era piccolo e riusciva a vedere oltre le apparenze quello che i grandi avevano dimenticato.

Giudizio: è un bel libro e lo dovete leggere.

ventimila leghe

Autore: Davide Morosinotto (riscritto da).
Titolo: Ventimila leghe sotto i mari
Casa editrice: edizioni EL
Collana: Classicini
Incipit: C’è qualcosa in mare laggiù in fondo !

Questa storia parla di una ciurma che era composta da: Ned Land  un famoso canadese
che andava a caccia di balene ,  un professore che lavora al museo di storia naturale di
Parigi, il suo domestico chiamato Consiglio che lo accompagna in tutti i suoi viaggi  ed infine Capitan Nemo, il capitano del Nautilus , un sottomarino costruito da lui stesso.
Ned Land il professore e Consiglio conobbero Capitan Nemo quando mentre andavano
a caccia di balene una di queste spezzò in due la barca e Capitan Nemo li raccolse
Mentre erano in acqua. Da quel giorno iniziarono il giro del mondo sott’acqua….

GIUDIZIO

Secondo me questo è un bellissimo libro da leggere perché ogni pagina è piena di avventura e quindi ti invoglia ad andare avanti e ti tiene con il fiato sospeso.
Praticamente si potrebbe leggere tutto d’un fiato.

 

 

 

 

Recensione di Alice

Rno rosa parks

 

Autrice : Paola capriolo

Titolo : no

Incipit : guarda che se non ti alzi ti faccio arrestare ? Si, lei può farlo.

Riassunto: Era il 1955 quando a Montgomery Rosa Parks  si rifiuta di cedere il posto dell’autobus ad un bianco . Malgrado questo semplice rifiuto Rosa viene arrestata ma grazie all’aiuto del reverendo Martin Luther King e la popolazione di colore viene liberata dal carcere. Tutta la popolazione di colore compresa Rosa iniziano un lotta per acquisire i propri diritti , una lotta chiamata boicottaggio.

Il boicottaggio dura dal 21 dicembre del 1955 fino al 21 dicembre del 1956. Questo boicottaggio fini vincente cosi che ogni persona di colore non importa il colore della pelle può sedersi in ogni posto dell’autobus.

Però purtroppo nel 1968 il reverendo King viene ucciso da un bianco. Dopo l’accaduto Rosa si trasferisce a Detroit dove viveva il fratello ci si trasferì con la madre e il marito che dopo qualche anno morirono e la lasciano sola .

Il 24 ottobre del 2005 rosa si spegne nel suo appartamento e in segno di lutto i sedili posteriori dell’autobus rimarranno vuoti .

Rosa ha segnato la storia e non se ne pente.

A me questo libro è piaciuto perché mi ha fatto capire il significato della parola uguaglianza  e che siamo tutti uguali JJJ

 

 

 

yari

Autore:Bianca Pitzorno
Titolo: La casa sull’albero
Casa editrice: Mondadori
Incipit: A prima vista poteva sembrare un albero come tutti gli altri.
Riassunto:
E’ un romanzo surreale dove vengono descritte le avventure di due amiche che si trasferiscono
a vivere su un albero speciale che produce ogni genere di frutto e persino il pane.
Oltre alle due protagoniste Bianca e Aglaia ci sono altri protagonisti veramente divertenti.
Sull’albero abita un vecchio brontolone di nome Beccaris Brullo con la sua pianta carnivora Nina
Che darà’ fastidio alle nostre protagoniste.
A seguito di un conflitto sul l’albero fantastico cadono tre cicogne che portano dei fagottini con
quattro neonati. Questi neonati verranno accuditi dalla cagna Dorotea dalla gatta Prunilde e
Il cane Amedeo.
I bambini standard con gli animali si esprimevano con i versi solo più tardi inizieranno a parlare
ma solo in rima. La cagna Dorotea subirà un cambiamento acquisendo caratteristiche da uccello.
Beh ….. Che dire secondo me è un libro bellissimo perché insegna ad essere amici anche se si è
di carattere e di aspetto completamente diversi…….
Non mi credete…….. Allora compratelo…. E ‘ veramente un libro divertente!!!!!!!
Recensione di Yari
                        

principessa laurentina 

PRINCIPESSA LAURENTINA

Autrice: Bianca Pitzorno

Casa editrice: Oscar Junior

Dorgo 27 giugno.

La pendola in casa del nonno battè 22 rintocchi.

Barbara, distesa sul letto della sua camera di sempre, cerca il sonno.

Ma il sonno non vuole venire. Troppe emozioni.

 

RIASSUNTO

Principessa Laurentina è stato scritto dall’ autrice Bianca Pitzorno. La casa editrice e’ Oscar Junior. La storia racconta questo:Barbara (la bambina) e’ costretta  a trasferirsi a Milano a causa del secondo matrimonio della mamma, che per di piu’ e’ incinta…. Come se  non bastasse, da qualche mese lo specchio le rimanda l’immagine di un’ adolescente goffa e in sovrappeso.

 

Barbara e’ sempre piu’ inquieta e ribelle e la situazione peggiora quando nasce Laurentina, una rivale coccolata e vezzeggiata da tutti, come una piccola principessa. Poi, all’ improvviso,una tragedia piu’ grande di lei la portera’ ad uscire dall’isolamento e a considerare anche il dolore degli altri.

A me questo libro e’ piaciuto tantissimo e lo consiglierei a tutti anche perche’ ti fa riflettere sul sentimento d’amore che ha una mamma verso i suoi figli e soprattutto sull’amore combattuto che nutrono i figli verso le loro mamme nel difficile periodo dell’adolescenza.

 

CAROLINA BOVA

 

 

 

emanuele

Anche gli orchi hanno paura.

Autore:  Carlo Scataglini .

Casa  Editrice : Erickson.

Incipit : al mondo non esiste nessun, bambino, ragazzo o adulto, che non abbia sentito almeno una volta parlare di orchi.

Riassunto:

Questo libro racconta di una famiglia di orchi composta dalla mamma, il papà, due figli  e il nonno.

Ognuno di loro aveva una paura soffiata di notte  dallo “spaventa orchi”.

Per esempio la mamma orco dopo quel soffio aveva paura degli insetti.

Quando decisero di chiedere spiegazioni a  Terribilus capirono che non lo faceva per cattiveria ma per liberarsi delle proprie paure.

Giudizio personale:

Credo che conversare delle proprie paure sia il modo più semplice per poi combatterle.

Io sto combattendo le mie paure parlandone con la mia famiglia e ho capito che avere le paure è normalissimo.

 

Emanuele

 

 

 

 

 

 

pulmman 

TITOLO:Ero un topo

 AUTORE:Philip Pullman

 CASA EDITRICE:Salani Editore

 COLLANA:Gli Istrici

Recensione di Viola

“Il vecchio Bob viveva con sua moglie Joan nella casa vicino al mercato.Lui faceva il ciabattino,e Joan la lavandaia.Una sera,mentre la vecchia Joan scriveva una lettera a sua nipote e il vecchio Bob rifiniva i tacchi di un paio di pantofoline rosse,bussarono alla porta.Bob alzò gli occhi sorpreso.-Hanno bussato?-chiese.Ci fu un altro colpo alla porta,più forte del primo.

Bob accese una candela e andò ad aprire la porta.Fuori c’era un bambino in divisa da valletto,che però era lacera e sporca.Anche la faccia era sudicia e graffiata.-Bontà divina!-esclamò Bob.-Chi sei?- -Ero un topo-disse il bambino.

-Eri un… ma fammi il piacere!Dove abiti?-.Ma il bambino riuscì solamente a dire:-Ero un topo-.

Così inizia il libro incuriosendo parecchio il  lettore.La storia,in qualche modo,ricorda quella di Cenerentola ma è più intricata.Consiglio questo libro perché è molto bello e pieno di misteri. Inoltre trovo molto divertente l’impaginazione perché ogni tanto sono inseriti dei disegni di pagine di giornale inventate con delle informazioni importanti per la storia.

 

 

 

 

    sepuveda 

 

Recensione di Luca Gentile

Titolo: Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà

Autore: Luis Sepùlveda

Casa editrice: Guanda

Dettagli: 98 pagine

Incipit: il branco di uomini ha paura.

Lo so perché sono un cane e fiuto l’odore acido della paura.

La paura ha sempre lo stesso odore e non importa se la prova un uomo spaventato

Dal buio della notte o se la prova Waren, il Topo che mangia finchè il suo peso diventa una zavorra, quando

Wigna, il Gatto delle montagne, si muove guardingo fra gli arbusti.

Il fetore della paura negli uomini è così forte da guastare gli aromi della terra umida degli alberi  e delle piante, delle bacche, dei funghi e del muschio che il vento mi porta dal folto del bosco…

Riassunto: questa è la storia di un cucciolo di cane caduto dal cavallo, chiamato Aufman,

nella lingua Mapuche, venne salvato da un Nawel il giaguaro, e portato in questo villaggio dei mapuche cioè (Gente della terra). Queste persone abitano in un piccolo villaggio e loro adorano la natura.

Questa gente aveva un rito per ringraziare le piante allora il più anziano Wenchulaf (uomo felice)

radunava tutti i pichiche (bambini piccoli) e li portava in giro a salutare tutta la natura circostante senza dimenticare nessuno.

Wenchulaf era un uomo saggio, raccontava sempre ai più pichiche  le storie dei Mapuche così almeno non dimenticavano mai le loro tradizioni.

Non era un popolo bellicoso vivevano in stretto contatto con la natura senza mai tradirla.

Aukaman (piccolo mapuche) diventa amico del cane trascorrendo lunghi periodi felici con lui.

Ma la cattiveria degli umani divide l’amicizia tra i due portando il cane via dal villaggio.

Verso una vita di cattiveria; perché lì lo trattavano molto male, perfino con una corda al collo lo portavano in giro per il bosco, abbattuto da loro.

All’improvviso il cane dopo che il branco lo ebbe sciolto per ritrovare le impronte del fuggiasco, corse ripensando a tutte le i vecchi periodi di cuccioli passati insieme, ritrovò il padrone Aufman ormai adulto ma la lealtà e fedeltà è tutto ciò che rimane nelle persone buone.

Giudizio personale: Per me questo libro è speciale perché tira fuori la gentilezza delle persone buone e tira fuori anche la crudeltà della cattiva gente.

 

811-signori-bambini

 

RECENSIONE di IRENE

Autore: Daniel Pennac

Titolo : Signori bambini

Casa editrice : La Feltrinelli

“Immaginazione non significa menzogna.”Crastaing lo urlava senza alzare la voce “Immaginazione non significa menzogna!” La sua cartella vomitava i nostri compiti sulla cattedra.

Così inizia il libro di cui vi voglio parlare e questo libro si chiama “Signori Bambini”. L’ autore è proprio lui il famosissimo e apprezzatissimo ( spero che sia così) Daniel Pennac che è un autore francese  e la casa editrice è la Feltrinelli e la collana è universale economia.

Il libro è molto bello veramente, sì ok ci sono un po’ di parolacce, ma che sarebbe un libro che parla di bambini di dodici anni  in cui  non ci sono parolacce, dodici anni è l’ età in cui stai per diventare teenager e allora ti senti che puoi fare tutto quello che ti pare, che poi alla fine se ti piace leggere non te ne accorgi nemmeno più di tanto.

Il libro parla di questo professore che non si sopporta e secondo me il suo nome dà l’idea del professore “cattivo”: Crastaing (pronunciato Crasteing) infatti il primo personaggio che parla è proprio lui e dice “Immaginazione non significa  menzogna!” E comincia a dare i temi che ha  corretto. A un certo punto si gira di scatto e trova un disegno proprio su di lui e ci vanno di mezzo i nostri tre protagonisti IGOR, JOSEP e NOURDINE  ( ovviamente i nomi  sono così strani perché sono francesi  d’ altronde sono francesi come il suo autore) così per punizione assegna un tema da svolgere, il titolo è “ Una mattina ti svegli nel tuo letto e ti accorgi che durante la notte sei cresciuto e sei diventato adulto e allora ti precipiti nella camera dei tuoi genitori quando ti accorgi che sono diventati bambini. Racconta il seguito”.  Gli alunni  tornano a casa e fanno il tema e nella notte si trasformano veramente in adulti …

Come andrà a finire la storia? C’è solo un modo per scoprirlo dovete leggerlo. Io ve lo consiglio vivamente . Secondo me l’ autore voleva far capire che scambiarsi i ruoli ( che ovviamente non è possibile) è utile per capire cosa succede se uno si mette nei panni degli altri. I genitori  bambini  si comporteranno bene o si comporteranno male? Sicuramente sarebbe bello potersi scambiare i ruoli per una volta: noi bambini forse riusciremmo a capire meglio gli insegnamenti  dei nostri genitori, ma  anche loro ( i genitori ovviamente) potrebbero comprendere quello che ci passa per la testa. A me è piaciuto  particolarmente  questo libro,io ve lo consiglio vivamente quindi leggetelo ;).

RECENSIONE di VIOLA

agata-de-goticicop

TITOLO:Agata De Gotici e il fantasma del topo

AUTORE: Chris Riddel

CASA EDITRICE:Il Castoro

INCIPIT:

Agata De Gotici si appoggiò ai cuscini del suo letto a doppio baldacchino e scrutò il buio pesto. Eccolo di nuovo. Un sospiro leggero e triste che si concludeva con un piccolo squittio.

RIASSUNTO:

Agata è la figlia di Lord De Gotici e vive nel Palazzo di Gorgonza coi Grilli insieme a tanti buffi personaggi. Suo padre il famoso poeta-ciclista, non vuole mai vederla perchè gli ricorda la moglie defunta, tanto da regalarle dei stivali chiodati, per allontanarsi quando la sente arrivare. Dopo aver conosciuto il topolino fantasma Ismaele, Agata incontra tanti amici tra cui Emily Babbano, una sua coetanea molto brava a dipingere; suo fratello William Babbano, che ha la sindrome del camaleonte (si mimetizza con quello che ha intorno); l’ Esploratore Polare, che è un mostro. Entrerà a far parte del Club della Soffitta e insieme ai suoi nuovi amici vivrà tante avventure e svelerà un grosso mistero. E finalmente il padre si riavvicinerà a lei.

 

Questo libro mi è piaciuto tanto perché racconta molti misteri e avventure e anche perché ci sono dei bellissimi disegni fatti dall’autore stesso. Mi piace la protagonista perché è molto coraggiosa e intraprendente.

 

Recensione: Codarotta di Giorgia Antonini

CODACORTTA

Titolo: Storia di Codarotta

Autore: Tim Bruno, insieme alla 3D di Pomigliano

Editore: Grafica Veneta

Anno:2015

Collana: Scrittori di Classe

Categoria: Libri per Ragazzi

“Erano grandi come una carota?” chiese il piccolo Ventisei, affacciandosi dalla gabbia della fila superiore; aveva le orecchie così lunghe che gli pendevano ai lati della testa.

“Uhm… no, no” rispose cinquantuno “non così grandi. Erano più piccoli, molto più piccoli.”

Questa è la storia di un fuggitivo, un coniglio evaso dalla gabbia n° 51 di un allevamento di conigli,dove è nato e cresciuto, per sottrarsi al suo destino e realizzare un sogno: di andare nel Paradiso dei conigli, un luogo stupendo dove i conigli possono fare quello che vogliono.

E’  il racconto di un viaggio straordinario, pieno di pericoli e di meraviglie. Incontrerà conigli che scavano cunicoli sottoterra, per nascondersi dalla volpe e dal freddo dell’inverno; conoscerà l’amore e dovrà combattere per difenderlo dal male, e un giorno, finalmente, scoprirà il suo nome.

Questa è la storia di Codarotta, un coniglio con tante speranze e sogni.

Secondo me questa storia è molto interessante, divertente e sorprendente; non vedi l’ora di sapere la fine che, quando ci arrivi, vorresti che il libro fosse infinito e ancora da leggere.

Se ci fosse una scala da uno a dieci, gli darei senza ombra di dubbio dieci.

RECENSIONE DI PIETRO

LIBRO PIETRO

AUTORE: James Petterson

TITOLO: Gli anni peggiori della mia vita

SAGA: Scuole Medie

CASA EDITRICE: Salani Editore

INCIPIT: Giorgia, Leonardo: il taciturno e io seduti come sardine sul sedile posteriore di un’auto della polizia …ma di questo ne parleremo più tardi. Devo prima farmi coraggio per raccontarvi la storia del disastro.

RIASSUNTO: Rafe, un ragazzo birbante, è appena entrato nella Hills Village, Scuola Media. Ma alla prima riunione di classe, Rafe è già annoiato. Troverà dei rimedi? Quali? Andranno bene?

Rafe, per trovare il suo spazio nelle scuole medie, decide di accettare una sfida con il suo amico immaginario, per cui ne combinerà di tutti i colori.  La storia di Rafe è piena di sentimenti, emozioni, amore e anche molta comicità!

MIO PENSIERO:  8/10  **********

Lo consiglio soprattutto agli amanti di ‘Il Diario di una schiappa’. Una parte del libro è comica, ma l’altra è molto sentimentale.

 

LEGGETELO !

ludovica

TITOLO: Emily diario di una sirena

AUTORE: Liz Kessler

CASA EDITRICE: Piemme Junior bestseller

INCIPIT

Sapete mantenere un segreto? So  che tutti hanno un segreto ma il mio è diverso dagli altri. Molto diverso…

TRAMA

Emily è una ragazza come le altre, ma c’è una domanda che la tormenta da quando era piccola, perché sua madre le ha sempre proibito di nuotare? Una sera tuffandosi in acqua  scoprì che le sue gambe diventavano una bellissima coda, così tutte le notti si trasformava in una sirena e viveva avventure straordinarie.

In una di esse conobbe una simpatica sirenetta e con lei gioco’ e si divertì molto.

Insieme scoprono la verità sulla sua famiglia e su suo padre. Emily combatte per avere una vita felice insieme ai suoi genitori.

GIUDIZIO PERSONALE

Io penso che questo libro sia molto carino, però dovrebbe essere più lungo ed avere qualche altro colpo di scena in modo da coinvolgere di più i lettori.

Ludovica

 

13 thoughts on “Consigli di lettura

  1. Ragazzi siete davvero bravi….. Sicuramente qualcuno di voi diventerà’ uno scrittore con i fiocchi….. Aspetto tutti gli altri per poi decidere quale libro leggere…. Fantasticiiiii

  2. Complimenti per l’analisi accurata e per le emozioni che ci avete trasmesso nel leggere le vostre recensioni. Bravi bravi bravi tutti!

  3. Abbiamo una classe molto variegata come si nota dai libri letti ma tutti molto interessanti cosi come i loro commenti…..bravi bravi bravi!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...